Stampa gioielli 3d

Da quando la stampa 3d è diventata un processo affidabile e preciso, con l’aggiunta di numerosi materiali stampabili, la produzione di prodotti finiti è diventata realtà. Oggi per produrre la stampa gioielli 3d sono a disposizione due principali processi produttivi:

  • la stampa del prodotto finito
  • la stampa di un modello di cera ad alta risoluzione da cui ottenere una fusione a “cera persa”

I materiali stampabili direttamente al momento sono l’ Acciaio, il Titanio, l’ Alluminio, il Bronzo e leghe Cobalto-Cromo. A seconda della modalità con cui vengono uniti i vari strati di materiale, cioè mediante legante, laser o fascio di elettroni, dipende il livello di dettaglio della stampa gioiello 3d.

Ci sono poi altri metalli che non possono essere ottenuti direttamente nel processo di stampa di gioielli 3d, come l’ Argento, l’ Oro, l’ Ottone. Si utilizza allora un processo che unisce tradizione a tecnologia.
Il modellatore/scultore digitale realizza il modello CAD del suo gioiello 3D e da questo viene ottenuto un modello di cera estremamente dettagliato tramite stampa 3D. Si procede poi in un modo più classico ed artigianale.
Dal modello di cera viene realizzato uno stampo per fondere il metallo, si realizza cioè quella che viene definita una fusione a cera persa.

Il lato artigianale del processo sta anche nel fatto che, pur partendo dallo stesso modello CAD, la stampa gioielli 3d non risulta mai perfettamente uguali, ma i modelli differiscono in piccoli particolari, come se fossero stati realizzati a mano, e quindi dei pezzi “unici”.

Fantastici e dettagliati gioielli 3d possono essere ottenuti in questo modo. L’artigiano digitale deve solo concentrarsi sulla sua opera, al resto penserà questa grandiosa tecnologia

stampa gioielli 3d  del ciondolo Kioro

stampa gioielli 3d  dell'anello Lace

stampa gioielli 3d  degli orecchini Kioro2